Argomento
L’ossessione per il cibo salutare è più frequente su alcuni social media
SEGUICI su FACEBOOK
 
Cosimo Neglia
29 Agosto 2021

Image
ortoressia
Body

E’ un dato di fatto che oggi esistano molte comunità virtuali incentrate sulla salute alimentare. E’ stato visto che il 54% degli utenti utilizzano i social media per scoprire e condividere esperienze alimentari, e il 42% li utilizzano per chiedere consigli sul cibo. Nel complesso fare parte di questi gruppi ha dei risvolti positivi sulla salute: ad esempio i membri si sforzano di mangiare più frutta e verdura o meno alimenti trasformati, tuttavia c'è comunque una crescente preoccupazione per il fatto che alcune community possano innescare comportamenti non salutari e a volte disturbi alimentari. Un disturbo alimentare di interesse in questo contesto è l'ortoressia nervosa, ossia l’ossessione per il mangiar sano.
Lo studio scientifico proposto in questo articolo ha trovato un’alta percentuale di sintomi di Ortoressia negli utenti che utilizzavano i social media in particolare Instagram, è stata riscontrata inoltre un’associazione forte fra l’utilizzo di questo social e il punteggio ottenuto con il questionario ORTO-15, utilizzato per valutare i sintomi di questo disturbo.

Tale studio è stato condotto intervistando 680 donne con un’età media di 24 anni provenienti principalmente dal Regno Unito (44%), dagli Stati Uniti (27%) e il restante 30% da circa 40 nazioni. L’Ortoressia Nervosa, ben descritta in un precedente articolo, è un disturbo alimentare associato a scelte di vita sane come mangiare più frutta e verdura, meno cereali bianchi, fare acquisti nei negozi di alimenti naturali, fare attività fisica, ma è anche associato a significative restrizioni dietetiche, a malnutrizione, carenze nutrizionali e all'isolamento sociale. Con maggior frequenza è più facile riscontrarla in determinate categorie e gruppi come istruttori di yoga, dietologi, studenti di nutrizione e studenti di scienze motorie rispetto alla popolazione generale. La prevalenza di ON stimata nella popolazione generale è comunque inferiore all'1% .

ortorex2

Su Instagram l'hashtag #food risulta uno dei primi 25 più popolari e da analisi più dettagliate si nota come su questa piattaforma social abbiano successo foto dedicate al mangiar sano e ai cibi salutari. Con 500 milioni di utenti registrati in tutto il mondo nel Giugno 2016, Instagram risulta la terza più grande piattaforma di social media dopo Facebook e Tumblr. La piattaforma Instagram si basa principalmente sulla condivisione di immagini ma anche video con la possibilità di aggiungere una didascalia, vengono utilizzati gli hashtag (con il simbolo #) per descrivere le foto e taggare altri utenti.

Per quali motivi Instagram è più associato ad ortoressia?
Ci sono diversi fattori che probabilmente contribuiscono all'associazione tra l'uso di Instagram e i sintomi di Ortoressia: in primo luogo, il ruolo centrale delle immagini, su cui si fonda Instagram, le immagini per esempio sono ricordate meglio rispetto alle parole, ciò rende Instagram ideale per condividere cibi ed alimenti. In secondo luogo, con i social media l’utente ha una ‘esposizione selettiva’, in quanto è lui stesso a scegliere quali account seguire e ciò porta a incrementare l’esposizione a quei contenuti scelti, in tal modo in taluni casi l’utente sarà facilmente portato a credere che un comportamento sia più normale di quanto non sia effettivamente in realtà e poi i comportamenti problematici possono essere continuamente rafforzati attraverso l'esposizione dell'immagine e le interazioni personali sulla piattaforma. In terzo luogo gli utenti con un ampio seguito possono essere percepiti come autorità, in tal modo queste "celebrità" riescono ad influenzare un gran numero di individui. Nel complesso, questi fattori possono spiegare perché Instagram, un social media basato su immagini, sia la piattaforma più utilizzata dalle community del mangiar sano.

E’ emerso inoltre un altro dato interessante dalle analisi su altri canali di social media, si è visto infatti che Twitter aveva al contrario un ruolo protettivo verso i sintomi di Ortoressia. La spiegazione sul diverso risultato ottenuto con Twitter rispetto ad Instagram secondo gli autori riguarda la natura differente di Twitter, focalizzata solo su testo di pochi caratteri, che poco si presta agli obiettivi di una community incentrata sul cibo e sulla nutrizione.
Pur essendo un risultato preliminare da questo studio si aprono nuovi scenari per ulteriori approfondimenti sul tema.

 

Referenze
- Instagram use is linked to increased symptoms of orthorexia nervosa. Turner PG, Lefevre CE. (2017) Eat Weight Disord 22: 277-84
*Photo by Eaters Collective on Unsplash

Commenti